Il Kindle della discordia

 

L’altro giorno mi sono ritrovato in mezzo all’ennesima discussione sui Kindle.
Oggetto ritenuto demoniaco da una fetta di popolazione viene preso spesso come capro espiatorio per il collasso del mercato editoriale italiano. Devo ammettere che anch’io ero “contro” questo aggeggio, inizialmente. Poi ci ho ragionato un po’ su e ho cambiato idea. Me ne è stato addirittura regalato uno.

La critica più gettonata a questo tipo di tablet è: “Il Kindle non può sostituire i libri. Vuoi mettere la sensazione della carta sulle dita, l’odore di un libro?”
Per poi proseguire con varie filippiche su quanto il Kindle rappresenti la rovina del mercato del libro.
“Voi comprate il Kindle e la Fnac chiude!” è stato scritto…

Io capisco che possa non piacere e sono ben cosciente che sia sicuramente più appagante avere un libro per le mani piuttosto che una fredda “tavoletta”. Ma quello che questi radical-chic sniffa-libri non capiscono è che qualora una persona compri un Kindle, non si firma alcun contratto che vieta di comprare altri libri: io stesso compro ancora tantissimi libri in versione cartacea. Credo sinceramente che tutto questo astio verso il Kindle, invece, provenga da quelle persone che usano i libri come trofei: belli allineati sugli scaffali delle loro librerie piuttosto che nelle loro testoline: il mero possesso di un libro è indice – secondo loro – di spessore intellettuale e morale. Quindi chiudiamo le biblioteche: che senso ha prendere un libro in prestito, leggerlo, e poi non poterlo mostrare con fierezza ai nostri amici, ordinato per colore tra un Harry Potter, le ultime ricette di Carlo Cracco e la strabiliante biografia sul mio amico Fabio Volo (vedi post percedente)? Per non parlare della spada di Damocle che pende sul mercato editoriale per colpa di quegli analfabeti e parassiti che popolano le biblioteche. Perché a loro importa dell’odore dei libri.

Ma a quanto pare è troppo difficile da capire, o forse sono solo io a credere che la bellezza di un libro stia prima di tutto nel leggerlo, poco importa se sotto forma di tavoletta cuneiforme, rilegato in pelle, manoscritto o inciso su una parete. E mentre vi fate la cinquecentesima selfie della giornata per farci vedere quanto siete fighi quando andate a fare la spesa, ricordatevi che un libro di merda è un libro di merda sia su carta che su Kindle. Ah, i fotografi stanno chiudendo.

Annunci

5 thoughts on “Il Kindle della discordia

  1. Io sono di quelli che amano i libri, la carta. Il kindle affascina, sai perchè non lo compro??? Perchè per lavoro sto tutto il giorno davanti a un pc… Comunque credo che la colpa della crisi editoriale sia da cercare da qualche altra parte, come dici tu, le biblioteche vi sono da parecchi decenni, perchè non dare la colpa anche a loro?
    Sai cosa penso (magari sbagliando) che in Italia vi stanno più scrittori che lettori, non si ha più la cultura della lettura.

    • Ciao! 🙂 Sì, quello che dico è che si legge poco a prescindere, kindle o non kindle. Credo semplicemente che certe persone “usino” i libri come trofeo. Poi è chiaro che – come ho scritto nel post – si prova più piacere a leggere un libro sfogliandolo piuttosto che tenendo un tablet tra le mani. 🙂

  2. Per me il kindle è fantastico, sotto tutti i punti di vista. Manca solo il “contatto” fisico col libro che, per la verità , non è carenza da poco. Comunque l’importante è leggere.

    Approfitto per ringraziato di seguire il mio blog, tuttavia l’URL è cambiato ( quello cui ti sei iscritto non è più in funzione). Perció se vorrai confermare l’iscrizione dovresti farlo al seguente URL: giampieroficherablog. wordpress.com

    Un caro saluto

  3. Straquoto tutto quello che hai detto.
    Niente sostituisce un libro come un libro ma leggere su un Kindle non vuol dire non comprare cartacei.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...